Laghi intorno al mondo contaminati dagli antibiotici

Laghi intorno al mondo contaminati dagli antibiotici

Scienziati in Cina hanno scoperto che laghi e sedimenti lacustri in tutto il mondo contengono alte concentrazioni di almeno sette tipi di antibiotici.

Un gruppo di ricerca in Cina ha scoperto che almeno sette tipi di antibiotici sono presenti ad alte concentrazioni sia nell’acqua dei laghi che nei sedimenti lacustri a livello globale ei livelli di chinoloni nei laghi cinesi sono più alti di quelli nei laghi di altri paesi. Le loro scoperte sono state pubblicate su Environment International.

Gli antibiotici che filtrano nei corpi idrici di tutto il mondo possono contribuire allo sviluppo della resistenza antimicrobica. I laghi, che ospitano quasi il 90% dell’acqua dolce di superficie del mondo in forma liquida, svolgono un ruolo chiave nel sistema ecologico globale. L’estensione della “contaminazione” antibiotica dei laghi non è stata approfondita.

Nel presente studio, i ricercatori dell’Istituto Xinjiang di ecologia e geografia (XIEG) dell’Accademia cinese delle scienze, Cina, e i loro collaboratori, hanno eseguito una revisione completa degli antibiotici e dei geni di resistenza agli antibiotici (ARG) nei laghi di tutto il mondo.

“La nostra meta-analisi mostra che sulfametossazolo, sulfamerazina, sulfametro, tetraciclina, ossitetraciclina, eritromicina e roxithromycin sono stati trovati ad alte concentrazioni sia nell’acqua del lago che nei sedimenti lacustri”, ha affermato il Dr. Song Wenjuan di XIEG che ha diretto lo studio.

Gli inquinanti chimici, le caratteristiche fisico-chimiche del corpo idrico e dei sedimenti, il biota acquatico e le attività umane sono stati identificati come fattori importanti che influenzano la distribuzione di antibiotici e ARG nei laghi.

“I lunghi tempi di ritenzione nei laghi significano che gli inquinanti provenienti dagli scarichi circolano lentamente intorno ai laghi e possono portare ad un alto rischio ecologico per gli ecosistemi e la salute umana”, ha affermato Song.

Laureato in discipline mediche presso l’Università di Bologna. Attualmente scrivo articoli per saluteuomo.it.