La scansione 3D è il modo intelligente per colpire i piccoli tumori della prostata

Un pionieristico sistema di scansione due in uno può rilevare il cancro alla prostata con la stessa precisione degli esperti che esaminano visivamente le scansioni MRI, secondo la ricerca.

Uno studio sulla rivista European Urology ha confrontato il nuovo sistema SmartTarget con la tecnica standard, in cui i medici stimano mentalmente la posizione del tumore utilizzando la risonanza magnetica (RM).

Ha scoperto che entrambe le tecniche hanno raccolto separatamente 80 casi di cancro che potrebbero rappresentare un rischio, secondo l'University College London Hospital, che ha testato entrambi su 129 pazienti con sospetto cancro alla prostata.

Ma ogni tecnica ha anche rilevato 13 tumori che l'altro ha mancato, suggerendo che una combinazione, utilizzando sia SmartTarget che l'analisi visiva delle scansioni del medico, darebbe i migliori risultati per i pazienti.

Cellule di cancro alla prostata, illustrazione 3D (stock)

ARTICOLI CORRELATI

Precedente

1

Il prossimo

Come sconfiggere la carenza di terapia ormonale sostitutiva… con rimedi alternativi… Sostenuti dallo zar del cibo, sono a basso contenuto di grassi e imballati…

Condividi questo articolo

Condividere

Se i metodi fossero stati combinati in questo studio, avrebbero rilevato 93 tumori.

Gli esperti hanno salutato i risultati dello studio, nel dicembre 2018, dimostrando che SmartTarget individua efficacemente le aree sospette, consentendo ai medici di eseguire biopsie altamente accurate e, se il cancro è presente, di trattarlo in modo più preciso.

Il professor Hashim Ahmed, presidente di urologia all'Imperial College di Londra, afferma che l'accuratezza di SmartTarget consente ai medici di identificare il cancro alla prostata più rapidamente.

"Ciò significa che i pazienti possono accedere al trattamento giusto abbastanza presto", aggiunge. Il professor Ahmed è stato coinvolto nello studio SmartTarget, finanziato dal Dipartimento di sanità e assistenza sociale e dal Wellcome Health Innovation Challenge Fund.

"Il rilevamento del cancro alla prostata sta migliorando a un ritmo molto rapido. Questa tecnologia spinge la scienza ancora più avanti.

"La sua accuratezza significa che potrebbe ridurre il numero di biopsie necessarie e ridurre le operazioni non necessarie causate dalla diagnosi eccessiva di tumori meno dannosi."

"Poiché è relativamente facile da usare, SmartTarget potrebbe anche consentire ai centri meno esperti di mettersi al passo con gli altri sui loro tassi di diagnosi."

Questo perché il personale che non ha le competenze necessarie può essere formato rapidamente per utilizzare SmartTarget, consentendo ai centri di migliorare i tassi di rilevamento del cancro alla prostata.

Tim Dudderidge, un chirurgo urologo consulente dell'University Hospital di Southampton, afferma: "Individuare i tumori può essere difficile, ma le prove dimostrano che questo sistema lo rende molto più semplice e affidabile. È possibile eseguire meno biopsie e SmartTarget è facile da usare. "

Con oltre 46.000 nuovi casi all'anno, il cancro alla prostata è il tumore più comune negli uomini britannici.

Una biopsia della prostata, una ghiandola delle dimensioni di una noce sotto la vescica, può confermare la malattia, ma le scansioni ecografiche utilizzate per decidere quali pezzi di prostata campionare possono non essere chiare, lasciando il medico che lavora effettivamente alla cieca.

Di conseguenza, la metà dei tumori pericolosi per la vita viene persa e il tessuto sano può essere rimosso, il che a volte porta all'impotenza. Le biopsie ecografiche possono anche essere dolorose e invasive, soprattutto se il medico deve prelevare diversi campioni.

Il geometra in pensione David Beale, 70 anni, è stato sottoposto a SmartTarget come parte di uno studio. Gli è stato diagnosticato un cancro alla prostata nel 2010 dopo aver lamentato con il suo medico di famiglia di infezioni alla vescica, un sintomo comune

Il sistema SmartTarget – sviluppato all'University College di Londra – fornisce immagini dettagliate, consentendo al medico di rientrare rapidamente nelle aree sospette. È già utilizzato negli ospedali e combina scansioni MRI pre-biopsia dettagliate con immagini ecografiche in tempo reale, fornendo visualizzazioni senza precedenti.

"È come un pilota di caccia che riceve immagini da un display della cabina di pilotaggio in realtà aumentata", afferma il professor Mark Emberton, consulente onorario presso l'University College London Hospitals NHS Foundation Trust, che è stato coinvolto nello sviluppo di SmartTarget.

SmartTarget utilizza innanzitutto la risonanza magnetica multiparametrica, che combina tre tipi di risonanza magnetica, per produrre immagini altamente dettagliate della prostata.

È più sensibile della risonanza magnetica tradizionale nella rilevazione di piccoli tumori che potrebbero tuttavia essere molto pericolosi.

Il software SmartTarget utilizza quindi la scansione per creare un modello 3D su schermo, in cui i tessuti anomali vengono visualizzati in giallo.

Quando inizia la biopsia, viene eseguita un'ecografia come al solito e queste immagini "live" vengono sovrapposte al modello. Ciò consente al medico di trovare rapidamente e facilmente le aree di interesse.

Senza la tecnologia più recente, un medico non potrebbe eseguire contemporaneamente una biopsia e una risonanza magnetica, perché il paziente sarebbe all'interno dello scanner.

Quindi, tradizionalmente, la risonanza magnetica viene eseguita prima della biopsia: il medico quindi analizza le immagini, calcola l'area da colpire e, durante la biopsia, fa riferimento all'immagine della risonanza magnetica.

Poiché ciò richiede sei mesi di formazione e pratica, alcuni ospedali non dispongono di personale con le competenze necessarie. La scansione a ultrasuoni con una sonda è relativamente semplice.

Con il doppio sistema di scansione, vengono forniti anche dettagli cruciali, come la dimensione, la forma e la posizione esatta del tumore all'interno della prostata, che un'ecografia da sola non fornirebbe, né in modo così dettagliato utilizzando una risonanza magnetica tradizionale. E, a differenza dell'ecografia o della risonanza magnetica standard, la biopsia viene eseguita attraverso la pelle nell'area tra i testicoli del paziente e il passaggio posteriore, piuttosto che il solito percorso attraverso il passaggio posteriore, poiché è più mirata.

Il cancro rilevato può quindi essere distrutto utilizzando gli ultrasuoni focalizzati ad alta intensità (HIFU), una tecnica relativamente nuova, ma molto accurata, che utilizza onde ultrasoniche per riscaldare le cellule tumorali e ucciderle senza distruggere i tessuti sani.

Il modello SmartTarget può essere regolato per adattarsi allo spostamento del paziente, garantendo una maggiore precisione durante la biopsia e il trattamento.

Il geometra in pensione David Beale, 70 anni, è stato sottoposto a SmartTarget come parte di uno studio. Gli è stato diagnosticato un cancro alla prostata nel 2010 dopo aver lamentato con il suo medico di famiglia di infezioni alla vescica, un sintomo comune. I medici hanno suggerito di ritardare il trattamento, perché una biopsia tradizionale suggeriva che il suo fosse un cancro a crescita lenta. Hanno continuato a monitorarlo con esami del sangue, un approccio noto come "vigile attesa".

Tuttavia, nel corso degli anni, questi test hanno rivelato che i suoi livelli di PSA (proteina dell'antigene prostatico specifico), prodotto dalla prostata e potenzialmente indicativo di cancro, stavano aumentando.

Nel 2016, David si è unito allo studio SmartTarget, che ha rivelato che alcuni dei suoi tumori erano in rapida crescita. Lo stesso anno, si è unito a un altro studio, in cui ai pazienti è stata somministrata un'iniezione di batteri creati artificialmente, PRX302, per attivare il PSA per colpire e distruggere il cancro.

"Questo ha ridotto il mio tumore a un livello in cui era improbabile che mi uccidesse, purtroppo, però, il miglioramento è stato solo temporaneo", dice David.

Nel 2018, la sua lettura del PSA era di dieci; dieci o più è considerato ad alto rischio, quindi i suoi medici hanno utilizzato SmartTarget con HIFU per localizzare e distruggere il tumore. Il suo PSA è ora stabile intorno alle sette, considerato normale per un uomo sano della sua età.

David dice: "Ho una roulotte in Galles e ora posso guidare fino a lì da Halesowen, nelle Midlands occidentali, senza bisogno di fermarmi in bagno".