La Disfunzione Erettile E Il Virus Dell’Epatite C

Per il Redattore: il virus dell’Epatite C (HCV) infezione è stata associata con immuno-mediata manifestazioni come la glomerulonefrite, tiroidite, neuropatia periferica, sindrome sicca, artrite, e crioglobulinemia mista.Anche se la disfunzione erettile è stato aneddoticamente riportati in pazienti con HCV-correlati epatite cronica, non è chiaro se ciò sia dovuto alla sovrapposizione di insufficienza epatica, il trattamento con interferone alfa trattamento, o per il processo di malattia.

Metodi

Abbiamo valutato la prevalenza della disfunzione erettile negli 207 pazienti con infezione da HCV (identificato dal siero di anticorpi anti-HCV e HCV-RNA), di cui 105 con epatite cronica e 102 con HCV-associata cryoglobulinemic vasculite. I pazienti sono stati consecutivamente reclutati al fegato e reumatologia cliniche in un ospedale universitario. Criteri di esclusione sono stati: età di età superiore a 55 anni, l’interferone alfa di trattamento nell’ultimo anno, o la presenza di diabete, insufficienza renale, ipotiroidismo, il virus dell’immunodeficienza umana infezione, o in concomitanza cardiovascolari o disturbi psichiatrici. Tutti i pazienti hanno dato il consenso informato per lo studio, che è stato approvato dalla commissione etica locale.

Cialis Generico Consegna 24 Ore

Tutti i pazienti sono stati invitati a completare l’Indice Internazionale della disfunzione Erettile (IIEF). Quelli con disfunzione erettile sulla base di questa valutazione ha subito nocturnal penile tumescenza test per 3 notti. Abbiamo anche misurato siero livelli di ormoni tra cui il testosterone totale e libero, follicolo-stimolante dell’ormone luteinizzante ormone, la prolattina, estradiolo-17 in tutti i pazienti. Infine, cialis 5 mg terapia abbiamo confrontato la prevalenza di disfunzione erettile nei nostri pazienti con la sua presenza in un campione di 207 age-matched uomini che sono stati selezionati in modo casuale da un gruppo più grande del 2010 uomini italiani studiato in precedenza per le denunce di disfunzione erettile. Abbiamo eseguito alla prostata transrettale ecografia per escludere patologie neoplastiche della prostata e delle vescicole seminali in tutti i pazienti HCV-positivi con disfunzione erettile. L’analisi statistica è stata eseguita utilizzando i 2 test con la correzione di Yates e non appaiati test t; P<.05 è stato considerato significativo.

Risultati

la disfunzione Erettile è stata diagnosticata in 80 (39%) i pazienti HCV-positivi e 29 (14%) soggetti di controllo (P<.001), sulla base del punteggio iief e notturni tumescenza pene test. la disfunzione erettile è più comune nei pazienti con cryoglobulinemic vasculite che in quelli infezione cronica da hcv (44% vs 33%), anche se questa differenza non era statisticamente significativa. stata significativamente entrambi i gruppi rispetto a soggetti di controllo (p<.001).

i livelli Plasmatici di testosterone totale e libero sono generalmente più bassi in i pazienti HCV-positivi, ma erano significativamente inferiori nei pazienti con disfunzione erettile rispetto a quelle senza. Inoltre, né la disfunzione erettile, né il livello di testosterone era significativamente correlata con la gravità del coinvolgimento epatico, come definito sulla base di un esame ecografico (ie, margini irregolari del fegato, grossa echoic modello, e l’ipertrofia del caudato lobus) e prove di laboratorio (ie, bassi livelli sierici di albumina e di pseudo-colinesterasi e tempo di protrombina prolungato).

Commento

e ‘ stato ipotizzato che neurovascolare e ormonali effetti dell’infezione cronica da HCV può contribuire alla patogenesi della disfunzione erettile. Abbiamo trovato che l’insufficienza epatica e interferone alfa terapia non sono stati correlati alla disfunzione erettile, suggerendo così che l’infezione da HCV cronica di per sé può giocare un ruolo causale. Tuttavia, sia l’insufficienza epatica e l’interferone alfa può anche contribuire alla disfunzione erettile, e il trattamento deve essere individualizzato. È anche possibile, tuttavia, che il trattamento antivirale può migliorare la funzione erettile in alcuni i pazienti HCV-positivi, e questo dovrebbe essere valutato in studi clinici prospettici. Infine, data la crescente prevalenza di HCV,1, 7, la possibilità di infezione da HCV dovrebbe essere considerato nella diagnosi differenziale della disfunzione erettile.