L-arginina: benefici, dosaggio, effetti collaterali e altro

Cos'è la L-arginina?

La L-arginina è un amminoacido. Gli aminoacidi sono i mattoni delle proteine ​​e sono suddivisi in categorie essenziali e non essenziali. Gli amminoacidi non essenziali sono prodotti nel corpo, ma gli amminoacidi essenziali non lo sono. In quanto tali, devono essere forniti attraverso l'assunzione alimentare (1).

La L-arginina è considerata semi-essenziale o condizionatamente essenziale, il che significa che diventa essenziale in determinate circostanze e condizioni, tra cui gravidanza, infanzia, malattie critiche e traumi (2).

È necessario per la produzione di ossido nitrico, una molecola di segnalazione necessaria per una varietà di processi e funzioni corporei, tra cui la regolazione del flusso sanguigno, la funzione mitocondriale e la comunicazione cellulare (1, 3).

Inoltre, agisce come un precursore di altri amminoacidi, inclusi glutammato, prolina e creatina, ed è essenziale per la salute e il funzionamento del sistema immunitario.

L'arginina è necessaria per lo sviluppo dei linfociti T, che sono globuli bianchi che svolgono un ruolo centrale nella risposta immunitaria (2).

Poiché la L-arginina ha così tanti ruoli critici nel tuo corpo, una carenza di questo amminoacido può interrompere la funzione cellulare e degli organi e portare a gravi esiti negativi per la salute (2).

La L-arginina viene prodotta in diversi modi. Può essere sintetizzato dall'amminoacido citrullina attraverso la scomposizione delle proteine ​​del corpo, oppure può essere ottenuto attraverso l'assunzione di proteine ​​alimentari (2).

È concentrato in alcuni alimenti ricchi di proteine, tra cui carne, pollame, latticini, noci, prodotti a base di soia e pesce. L'assunzione giornaliera media di L-arginina dagli alimenti è di 4-6 grammi (4).

Per riferimento, la ricerca mostra che una tipica dieta occidentale fornisce tra il 25-30% dell'arginina totale presente nel corpo (5).

Inoltre, la L-arginina può essere ottenuta assumendo integratori. Gli integratori di L-arginina sono ampiamente disponibili e possono essere trovati in polvere, liquidi, capsule e compresse nei negozi di alimentari, nei negozi di integratori e online.

Questo articolo si concentra principalmente sui vantaggi e sugli usi degli integratori di L-arginina.

Benefici e usi

Gli integratori di L-arginina sono presi da molte popolazioni, compresi gli atleti e coloro che hanno determinate condizioni mediche come l'ipertensione, per una serie di motivi. Sono anche usati in ambito clinico per curare persone in condizioni critiche o con ferite.

La ricerca ha dimostrato che la L-arginina può offrire una varietà di potenziali benefici se usata come integratore. Tuttavia, i risultati sono contrastanti e la L-arginina potrebbe non essere così efficace per alcune condizioni come affermano molte aziende di integratori.

Miglioramento delle prestazioni atletiche

Prove limitate suggeriscono che gli integratori di L-arginina possono migliorare le prestazioni dell'esercizio aumentando l'ossido nitrico nel corpo, che migliora il flusso sanguigno e l'ossigenazione ai muscoli.

Ad esempio, uno studio randomizzato del 2017 su 56 calciatori maschi ha rilevato che il trattamento con 2 grammi di L-arginina al giorno per 45 giorni ha aumentato significativamente le prestazioni sportive, rispetto a un gruppo placebo (6).

Un altro piccolo studio su 9 uomini ha dimostrato che coloro che hanno bevuto una bevanda contenente 6 grammi di L-arginina 1 ora prima dell'esercizio fisico intenso avevano aumentato significativamente i livelli ematici di ossido nitrico ed erano in grado di esercitare più a lungo, rispetto a un gruppo placebo (7).

Tuttavia, la maggior parte degli studi che indagano su questa relazione hanno scoperto che la L-arginina non è utile per migliorare le prestazioni atletiche (8, 9, 10, 11).

La L-citrullina, un precursore della L-arginina discussa più avanti in questo articolo, potrebbe essere una scelta migliore per aumentare le prestazioni atletiche.

Regolazione della pressione sanguigna

Gli integratori di L-arginina possono giovare a chi soffre di ipertensione.

Gli studi hanno dimostrato che l'assunzione di integratori di L-arginina può aiutare a ridurre le letture della pressione sanguigna sia sistolica (il numero più alto) che diastolica (il numero più basso).

La L-arginina è necessaria per la produzione di ossido nitrico, necessario per il rilassamento delle cellule che compongono i vasi sanguigni, nonché per la regolazione della pressione sanguigna.

Una revisione del 2016 di 7 studi ha rilevato che l'integrazione con L-arginina mediante somministrazione sia orale che endovenosa (IV) riduce significativamente la pressione sanguigna sistolica e diastolica negli adulti con pressione sanguigna alta fino a 5,4 mm / Hg e 3,1 mm / Hg, rispettivamente ( 1).

Gestione della malattia critica

L'arginina diventa essenziale quando il tuo corpo è compromesso a causa di condizioni come infezioni e traumi e il tuo fabbisogno di arginina aumenta in modo significativo a causa delle esigenze fisiologiche.

In queste circostanze, il tuo corpo non può più soddisfare i tuoi bisogni di arginina, che devono essere soddisfatti attraverso fonti esterne.

L'esaurimento dell'arginina durante una malattia critica o dopo un intervento chirurgico porta a gravi effetti collaterali, tra cui una ridotta funzione immunitaria e flusso sanguigno. Per evitare queste potenziali complicazioni, gli integratori di arginina vengono utilizzati frequentemente in ambito clinico per trattare una varietà di condizioni.

Ad esempio, l'arginina orale o EV è comunemente usata per trattare infezioni gravi come l'enterocolite necrotizzante nei neonati, casi di sepsi, ustioni, malattie croniche e ferite, nonché nei pazienti pre e post-chirurgici e traumatologici (5, 12).

Regolazione della glicemia

La ricerca mostra che la L-arginina può giovare ai diabetici migliorando il metabolismo del glucosio e la sensibilità all'insulina (13).

La L-arginina è necessaria per la produzione di ossido nitrico. L'ossido nitrico svolge un ruolo importante nella funzione cellulare e nel modo in cui il tuo corpo risponde all'insulina, un ormone che trasporta lo zucchero nel sangue dal tuo sangue alle cellule, dove viene utilizzato per l'energia.

Pertanto, aumentare la disponibilità di ossido nitrico può aiutare a migliorare la funzione delle cellule che secernono insulina e aiutare il corpo a utilizzare lo zucchero nel sangue in modo più efficiente.

Alcune ricerche hanno dimostrato che il trattamento a lungo termine con integratori di L-arginina può prevenire il diabete nelle popolazioni a rischio (14).

Uno studio su 144 persone con ridotta regolazione dello zucchero nel sangue ha rilevato che il trattamento con 6,4 grammi di L-arginina al giorno per 18 mesi riduce le possibilità di sviluppo del diabete per un periodo di 90 mesi, rispetto a un gruppo placebo (14).

Altri potenziali vantaggi

Oltre ai potenziali benefici sopra elencati, alcune ricerche suggeriscono che gli integratori di L-arginina possono essere utili se usati nei seguenti modi:

Trattamento della disfunzione erettile. Una revisione del 2019 di 10 studi ha rilevato che l'assunzione di integratori di arginina in dosi che vanno da 1,5-5 grammi al giorno ha migliorato significativamente la disfunzione erettile, rispetto a un placebo o nessun trattamento (15).
Migliorare il flusso sanguigno. Alcune prove suggeriscono che gli integratori di L-arginina possono migliorare la funzione dei vasi sanguigni e il flusso sanguigno in popolazioni specifiche. Tuttavia, i risultati dello studio sono contrastanti e molti hanno scoperto che la L-arginina non ha alcun beneficio (16, 17, 18, 19).
Trattare e prevenire la preeclampsia. Gli studi hanno dimostrato che il trattamento con L-arginina durante la gravidanza può aiutare a prevenire e curare la preeclampsia, una condizione pericolosa caratterizzata da ipertensione e proteine ​​nelle urine (20, 21).
Questo elenco non è esaustivo e la L-arginina è stata studiata per i suoi potenziali effetti benefici su varie condizioni, tra cui obesità, malattie cardiache, cancro, sindrome dell'ovaio policistico (PCOS), infertilità e ansia, utilizzate da sole o in combinazione. con altri integratori.

Tuttavia, la ricerca sugli effetti della L-arginina nelle persone con queste e molte altre condizioni è limitata e inconcludente, evidenziando la necessità di studi futuri (22).

Oltre ai potenziali benefici e usi di cui sopra, molte persone assumono integratori di L-arginina per una serie di altri motivi, tra cui la riduzione del rischio del comune raffreddore e l'aumento della perdita di peso. Tuttavia, molti di questi presunti benefici non sono supportati dalla ricerca scientifica.

Effetti collaterali e precauzioni

Nel complesso, la ricerca ha dimostrato che la L-arginina è sicura e generalmente ben tollerata se assunta in forma di integratore, anche se assunta quotidianamente per lunghi periodi di 1 anno o più (14).

Tuttavia, può causare spiacevoli effetti collaterali, tra cui gonfiore, dolore addominale, nausea e diarrea, specialmente se assunto in grandi dosi di 9 grammi o più al giorno (1).

Tuttavia, uno studio di 90 giorni su 142 adulti ha dimostrato che una dose giornaliera fino a 30 grammi era ben tollerata e non associata a effetti avversi, suggerendo che anche dosi molto elevate di L-arginina sono generalmente sicure, almeno a breve termine (23).

Anche se hanno un forte profilo di sicurezza, gli integratori di arginina dovrebbero essere evitati da alcune popolazioni.

Ad esempio, quelli con asma, cirrosi epatica, malattie renali, bassa pressione sanguigna e deficit di guanidinoacetato metiltransferasi, una malattia ereditaria che colpisce il metabolismo dell'arginina, dovrebbero evitare la L-arginina a causa del potenziale di effetti avversi (22).

Dosaggio e modalità di assunzione

Le dosi di L-arginina variano ampiamente a seconda di ciò che viene usato per trattare.

Ad esempio, studi che studiano gli effetti della L-arginina sulla pressione sanguigna hanno utilizzato dosi di 6-30 grammi al giorno per 2-24 settimane (22, 23).

In quelli con disfunzione erettile, la ricerca ha suggerito che l'integrazione giornaliera con 1,5-5 grammi di L-arginina può migliorare significativamente i sintomi (15, 22).

Quando viene utilizzato per trattare la preeclampsia, la dose varia in genere da 3-4 grammi al giorno per un massimo di 12 settimane o fino al parto sotto la supervisione di un medico. La L-arginina può anche essere somministrata per via endovenosa a donne in gravidanza con ipertensione in ambito clinico (22, 24).

Sebbene dosi più elevate siano spesso utilizzate nella ricerca e nelle impostazioni cliniche, si consiglia di mantenere il dosaggio giornaliero di L-arginina al di sotto dei 9 grammi al giorno per evitare potenziali effetti collaterali gastrointestinali, tra cui nausea, diarrea e gonfiore.

Come altri amminoacidi singoli, si consiglia di assumere L-arginina lontano dai pasti per il massimo assorbimento (25).

Overdose

Come accennato in precedenza, l'arginina è generalmente considerata sicura, anche se utilizzata a dosi elevate.

Tuttavia, è possibile assumere troppa arginina, che è particolarmente pericolosa per i bambini. Ciò è spiegato in maggiore dettaglio più avanti in questo articolo.

Interazioni

La L-arginina può interagire con alcuni farmaci, tra cui (22):

Farmaci per abbassare la pressione sanguigna: enalapril (Vasotec), losartan (Cozaar), amlodipina (Norvasc), furosemide (Lasix), ecc.
Farmaci per la disfunzione erettile: citrato di sildenafil (Viagra), tadalafil (Cialis), ecc.
Farmaci anticoagulanti: clopidogrel (Plavix), enoxaparina (Lovenox), eparina, warfarin (Coumadin), ecc.
Farmaci antidiabetici: insulina, pioglitazone (Actos), glipizide (Glucotrol), ecc.
Farmaci che aumentano il flusso sanguigno: nitroglicerina (Nitro-Dur, Nitro-Bid, Nitrostat), isosorbide (Sorbitrate, Imdur, Isordil), ecc.
Farmaci diuretici: amiloride (Midamor) e triamterene (Dyrenium), spironolattone (Aldactone), ecc.
Inoltre, la L-arginina può interagire con alcuni integratori e sostanze, tra cui (22):

Erbe e integratori con effetti antipertensivi: coenzima Q10, artiglio di gatto, olio di pesce, Lycium, ortica, teanina, ecc.
Erbe e integratori che possono ridurre la glicemia: fieno greco, ginseng Panax, ginseng siberiano, gomma di guar, ecc.
Erbe e integratori che fluidificano il sangue: chiodi di garofano, angelica, aglio, ginkgo biloba, Panax ginseng, curcuma, ecc.
Xilitolo: l'interazione con questo alcol zucchero può causare un basso livello di zucchero nel sangue
Stoccaggio e manipolazione

Conserva gli integratori di L-arginina in un luogo fresco e asciutto. Evita di esporre il supplemento al calore o all'umidità.

Gravidanza e allattamento

La L-arginina viene utilizzata in gravidanza in determinate circostanze, inclusa la preeclampsia.

L'integrazione di L-arginina durante la gravidanza è tipicamente prescritta e monitorata da un operatore sanitario per un motivo specifico, come la preeclampsia o il rischio di preeclampsia e restrizione della crescita intrauterina (IUGR) (22, 26).

Ci sono alcune prove che gli integratori di L-arginina possono migliorare i risultati della gravidanza, così come la salute fetale e materna nelle donne provenienti da aree con risorse sia alte che scarse.

Questo perché durante la gravidanza, il fabbisogno del corpo di L-arginina aumenta a causa dello sviluppo fetale e della crescita placentare. Questa maggiore necessità potrebbe non essere soddisfatta attraverso la dieta, specialmente nelle donne che vivono in contesti con poche risorse senza accesso a cibi ricchi di proteine ​​(27).

Inoltre, sebbene la maggiore richiesta di arginina durante la gravidanza possa essere fornita attraverso la dieta, in determinate circostanze possono essere necessari integratori di proteine ​​o singoli aminoacidi.

Ciò può includere donne che seguono diete restrittive o che soffrono di nausea e vomito gravi durante la gravidanza, rendendole incapaci di soddisfare le richieste attraverso l'assunzione alimentare.

Tuttavia, gli integratori durante la gravidanza dovrebbero sempre essere approvati e monitorati da un operatore sanitario. Se sei incinta e sei interessata ad assumere L-arginina supplementare, consulta il tuo medico per un consiglio.

Gli integratori di L-arginina non sono stati studiati nelle donne che allattano. Per questo motivo, è importante chiedere al proprio medico se l'assunzione di integratori di L-arginina è sicura e necessaria per le proprie esigenze individuali durante l'allattamento.

Utilizzare in popolazioni specifiche

La sicurezza della L-arginina è stata dimostrata in molte popolazioni, comprese le donne in gravidanza e gli anziani. Tuttavia, alcune persone, comprese quelle con condizioni che colpiscono il fegato oi reni, dovrebbero evitare la L-arginina (22).

Gli integratori di L-arginina sono talvolta usati nei bambini in ambito clinico e considerati sicuri quando prescritti in dosi appropriate. Tuttavia, l'integrazione di arginina nei bambini dovrebbe sempre essere monitorata da un operatore sanitario.

Non è consigliabile dare a tuo figlio L-arginina a meno che non sia necessario dal punto di vista medico e sia stato suggerito da un operatore sanitario.

Questo consiglio è estremamente importante da seguire, poiché somministrare a un bambino una dose troppo alta di L-arginina può provocare gravi effetti collaterali e può persino essere fatale (22).

Alternative

Dopo il consumo, l'intestino e il fegato metabolizzano rapidamente la L-arginina prima che abbia la possibilità di raggiungere la circolazione sistemica. Per questo motivo, alcuni sostengono che la L-citrullina, un precursore della L-arginina, possa essere una scelta migliore per aumentare i livelli di arginina.

La L-citrullina è un amminoacido che può essere utilizzato in alternativa alla L-arginina se assunto come integratore.

La L-citrullina è un amminoacido non essenziale che è un precursore della L-arginina. La L-citrullina viene convertita in L-arginina attraverso una serie di reazioni enzimatiche che avvengono principalmente nei reni (28).

La ricerca mostra che gli integratori di L-citrullina possono aumentare i livelli corporei di L-arginina. In effetti, alcuni studi dimostrano che la L-citrullina è più efficace nell'aumentare i livelli di arginina rispetto agli integratori di L-arginina (29, 30, 31, 32, 33).