Gli antibiotici ti fanno stancare?

Gli antibiotici ti fanno stancare?

Quali antibiotici?
Cosa fare
Altri effetti collaterali
Interazioni
Altri farmaci che causano affaticamento
Porta via
Se stai assumendo antibiotici su prescrizione, potresti sentirti stanco e affaticato.

Questo può essere un sintomo dell'infezione trattata dagli antibiotici, oppure può essere un effetto collaterale grave, ma raro, dell'antibiotico.

Scopri di più su come gli antibiotici possono influire sul tuo corpo e su cosa puoi fare per contrastare questi effetti.

Antibiotici che possono avere un effetto collaterale della stanchezza

La risposta agli antibiotici – oa qualsiasi farmaco – varia da individuo a individuo. Gli effetti collaterali, come l'affaticamento, non sono uniformi o universali.

Sebbene sia raro, alcuni degli antibiotici che possono avere un effetto collaterale di stanchezza o debolezza includono:

amoxicillina (Amoxil, Moxatag)
azitromicina (Z-Pak, Zithromax e Zmax)
ciprofloxacina (Cipro, Proquin)
Discuti il potenziale di affaticamento con il tuo medico quando ti prescrivono antibiotici.

Puoi anche discuterne con il tuo farmacista e rivedere la sicurezza e le informazioni sulla prescrizione per vedere se stanchezza o debolezza insolite sono elencate come possibili effetti collaterali.

Cosa fare se gli antibiotici ti rendono stanco

Se inizi un nuovo farmaco che ti fa venire sonnolenza, considera:

– discutere di farmaci o dosaggi alternativi con il medico
– evitare attività come la guida che richiedono di essere vigili, fino a quando non si comprende appieno l'effetto del farmaco su di te
– evitare farmaci da banco che elencano la sonnolenza come effetto collaterale
– evitare alcol e altre sostanze che possono stancarti
– mantenere sane abitudini di sonno e assicurarti di riposare una notte intera
Se la stanchezza non migliora o peggiora, entro pochi giorni dall'inizio dell'antibiotico, chiama il medico.

Il medico potrebbe chiederti di sottoporti a un controllo per assicurarti che l'antibiotico sia appropriato per te o per determinare se stai riscontrando uno degli effetti collaterali più gravi.

Altri effetti collaterali degli antibiotici

Tutti i farmaci, compresi gli antibiotici, possono avere effetti collaterali.

Se il tuo medico prescrive antibiotici per trattare un'infezione batterica, parla con loro dell'antibiotico specifico e dei suoi potenziali effetti collaterali, tra cui:

problemi digestivi, come nausea, diarrea e vomito
mal di testa
infezioni fungine
fotosensibilità, che influenza il modo in cui la tua pelle reagisce alla luce ultravioletta
reazione allergica, inclusi eruzioni cutanee, orticaria, mancanza di respiro e anafilassi
depressione e ansia
Potenziali interazioni con antibiotici

È anche importante che il medico che prescrive i tuoi antibiotici sappia quali altri farmaci stai attualmente assumendo per evitare potenziali interazioni farmacologiche. Alcuni antibiotici possono interagire con alcuni tipi di:

antistaminici
fluidificanti del sangue
diuretici
miorilassanti
farmaci antifungini
antiacidi
farmaci antinfiammatori
Altri farmaci che possono causare affaticamento

Altri farmaci e trattamenti che possono causare affaticamento includono:

– antistaminici
– farmaci per la tosse
– farmaci antidolorifici
chemioterapia
radioterapia
– farmaci per il cuore
antidepressivi
farmaci anti-ansia
farmaci per la pressione sanguigna
Porta via

Sebbene gli antibiotici siano fondamentali nel trattamento delle infezioni batteriche, alcune persone possono avere effetti collaterali rari ma gravi, come stanchezza o debolezza insolite.

Parla con il tuo medico se temi che la tua prescrizione di antibiotici ti stia causando un livello di affaticamento che è:

– impedendoti di partecipare alle attività diurne
– influenzare negativamente le tue prestazioni sul lavoro
– compromettere la capacità di guidare in sicurezza
Entro pochi giorni dall'inizio dell'antibiotico prescritto, se la stanchezza non è migliorata o è peggiorata, chiamare il medico. Potrebbero chiederti se la tua stanchezza è un sintomo dell'infezione trattata dagli antibiotici o un effetto collaterale non comune dell'antibiotico.

È importante prendere gli antibiotici solo quando sono necessari. Non seguire esattamente le istruzioni sull'etichetta può causare più danni che benefici.