Emorragie – Fatti – Finzione – Futuro – Trattamento – Emorragie indotte dall'esercizio

Ci stiamo avvicinando a mezzo secolo da quando Bob Cook ha aperto la strada all'uso dell'endoscopio a fibra ottica flessibile, che ha permesso l'esame delle vie respiratorie nel cavallo cosciente. Uno dei risultati importanti di questa tecnica è stato che ha aperto la porta allo studio del "sanguinamento" o emorragia polmonare indotta dall'esercizio (EIPH).

Ma quasi 50 anni dopo l'ironia è forse che, sebbene siamo diventati bravi a descrivere la prevalenza di EIPH e alcuni dei fattori che sembrano aumentare la gravità di EIPH nei singoli cavalli, ci manca ancora una chiara comprensione della condizione e di come farlo gestirlo.

Uso il termine gestire piuttosto che trattare o prevenire poiché la nostra conoscenza dell'EIPH deve dimostrarci che l'EIPH non può essere interrotto del tutto; è una conseguenza di un intenso esercizio fisico. L'altra ironia è che negli ultimi 50 anni la maggior parte della ricerca sulla gestione dell'EIPH si è concentrata sull'uso del diuretico furosemide. Sebbene abbiamo buone prove da studi controllati che la furosemide riduce la gravità dell'EIPH in una singola occasione, mancano ancora buone prove che suggeriscano che la furosemide è efficace se usata ripetutamente durante l'allenamento e / o le gare; e ci sono anche prove del contrario. Rivediamo alcuni fatti di base su EIPH, che non dovrebbero essere controversi.

• L'EIPH è l'aspetto del sangue nelle vie aeree associato all'esercizio fisico.

• L'EIPH si verifica come risultato di un esercizio da moderato a intenso. In effetti, l'EIPH è stato trovato dopo il trotto quando si esegue un lavaggio polmonare profondo (lavaggio broncoalveolare o BAL) dopo l'esercizio.

• L'EIPH coinvolge più spesso i vasi sanguigni più piccoli (capillari) ma a volte e meno comunemente può essere dovuto alla rottura di vasi sanguigni più grandi.

• I vasi sanguigni più piccoli sono estremamente sottili. Circa 1/100 dello spessore di un capello umano. Ma questa membrana estremamente sottile è anche ciò che consente a cavalli da corsa come purosangue, razza standard e arabi di utilizzare l'ossigeno a un ritmo così elevato ed è una delle ragioni principali del loro atletismo.

• EIPH è una condizione progressiva. La possibilità di vedere sangue nella trachea dopo l'esercizio aumenta con il tempo nelle corse.

• L'EIPH è variabile nel tempo, anche quando i cavalli vengono sottoposti a scope dopo lo stesso tipo di lavoro.

• Se miri a un cavallo dopo tre galoppate di fila, puoi aspettarti di vedere sangue nella trachea in almeno un'occasione.

• Il danno EIPH ai polmoni inizia nella parte posteriore e superiore e nel tempo si sposta in avanti e in basso ed è approssimativamente simmetrico.

• Dopo l'EIPH il polmone diventa fibrotico (come tessuto cicatriziale), più rigido e non funziona altrettanto bene. Il ferro del sangue viene combinato con le proteine e immagazzinato in modo permanente nel tessuto polmonare dove può causare infiammazioni.

• La pressione alta all'interno del polmone è un fattore che contribuisce all'EIPH. I cavalli con pressione sanguigna più alta sembrano soffrire di EIPH peggiore.

• Ci sono anche prove che la resistenza delle vie aeree superiori e il pattern respiratorio possono svolgere un ruolo nell'EIPH.

• L'infiammazione delle vie aeree e la scarsa qualità dell'aria possono aumentare la gravità dell'EIPH nei singoli cavalli.

• L'aumento della gravità dell'EIPH sembra avere un crescente effetto negativo sulle prestazioni.

• Il sanguinamento visibile (epistassi) ha un effetto negativo molto chiaro e marcato sulle prestazioni. Al fine di compiere progressi nella gestione dell'EIPH (ovvero, per ridurre al minimo la gravità dell'EIPH in ogni individuo), ci sono alcuni passaggi che i formatori possono intraprendere in base alle informazioni che abbiamo fino ad oggi.